PROPOSTA GREST

Introduzione

L’Associazione ADL a Zavidovici si occupa da anni di accoglienza e integrazione per rifugiati politici e richiedenti asilo, attraverso progetti che vedono diversi partner istituzionali come parte integrante delle sue azioni.
Per questo motivo è di grande importanza ed interesse per l’Associazione e per le istituzioni mantenere i cittadini informati su questo particolare tipo di accoglienza anche attraverso il coinvolgimento dei più piccoli, protagonisti indiscussi dell’oggi e del domani, in tutte le sue forme.

Il percorso proposto si rivolge aI ragazzi partecipanti ai Grest estivi e affronta il tema della migrazione forzata cercando di restituire complessità ad un fenomeno che sempre di più coinvolge i paesi europei, impegnati nella gestione dell’accoglienza verso le persone che chiedono protezione internazionale.
I temi del diritto di asilo e dell’accoglienza verranno affrontati e sviluppati attraverso modalità adatte all’età degli studenti coinvolti e l’utilizzo di tecniche di educazione non formale che rendano questo argomento comprensibile a tutti, senza però perderne il significato più profondo.

Obiettivi specifici della proposta

  1. Conoscenza del fenomeno delle migrazioni forzate attraverso la relazione diretta con i suoi protagonisti;
  2. Ricostruzione delle strade e dei percorsi della migrazione prima dell’approdo in Europa: le ragioni, i tempi, le difficoltà;
  3. Conoscenza del diritto d’asilo in Europa e della sua applicazione in Italia (Il sistema SPRAR)

 

PROPOSTA A: Giochi di ruolo per i più grandi

Nelle nostre presentazioni gli operatori di ADL si uniscono agli animatori del Grest locale per una mattinata all’insegna della formazione e del divertimento.

Questa proposta prevede un gioco di ruolo interattivo, dove i ragazzi vengono divisi in tre gruppi che coincidono con la nazionalità di alcuni rifugiati presenti nei nostri progetti.

I gruppi affronteranno simbolicamente gli ostacoli delle tre zone geografiche maggiormente battute dalle ruote migratorie: il mare, la montagna e il deserto. Vengono presentate le caratteristiche storiche e geopolitiche di queste zone che coinvolgono soprattutto i migranti provenienti dall’Afghanistan, il Mali e la Nigeria.

Uno o due operatori per gruppo distribuiscono una serie di oggetti e ogni persona può sceglierne solo tre (nell’elenco: carta d’identità, soldi, scarpe, fotografia ricordo, diploma scuola frequentata). Ognuno inoltre porta con se uno “scalpo” che dovrà salvaguardare e proteggere dall’assalto dei disturbatori (gli operatori/animatori che interpreteranno i trafficanti o le brigate militari di frontiera).

Ogni area geografica presenta ostacoli diversi! Bombe d’acqua e gavettoni per il percorso mare, percorso coordinato a due persone per simboleggiare i sentieri impervi della montagna,  slalom e corse per evitare i controlli di frontiera nell’area deserto.

Al termine della fase di gioco, viene spiegato - con la testimonianza diretta di un rifugiato - in cosa consiste la procedura di richiesta asilo nei suoi dettagli tecnici e procedurali.
Conclude il tutto un momento di riflessione e verifica in gruppo. I ragazzi riflettono sulla loro immedesimazione nel viaggio e si confrontano con domande semplici con i beneficiari del progetto.

IN CASO DI PIOGGIA: Giochi e Quiz all’interno della struttura.

 
PROPOSTA B: LABORATORIO NARRAZIONE

Lettura di una favola con i rifugiati

Parte di rielaborazione creativa e testimonianza

Attività: tutti in cerchio e discussione sulla valigia di un richiedente asilo con oggetti che vengono estratti durante il racconto.

Domande/riflessioni e attività post lettura: colorare con pennarelli/tempere a dita un grande foglio per rappresentare i colori della fame, della guerra ecc (evocati nella storia).

 

CONTATTI

Associazione ADL a Zavidovici Onlus Impresa Sociale

Via Corsica 14/f - Brescia

tel. 030 3660447

segreteria@adl-zavidovici.eu

Referente: Maria Marelli

Tel. 334 3503065

Email: maria.marelli@adl-zavidovici.eu