RAP LAB | PROPOSTA PER LE SCUOLE DI SECONDO GRADO


“RapLab contro le disuguaglianze” è una piattaforma di dialogo e di produzione rispetto agli obiettivi di sviluppo sostenibile 2030 (Sustainable Development Goal(s)- SDGs) destinato agli studenti delle Scuole Superiori della Provincia di Brescia. 
Coordinato dall’Associazione ADL a Zavidovici e finanziato dal Programma “Start the Change” dell’Unione Europea, “RapLab” si pone l’obiettivo specifico di stimolare una discussione produttiva sulle connessioni tra disuguaglianze globali e migrazioni attraverso l’uso di linguaggi artistici e creativi.

All’interno degli Istituti Superiori della Provincia di Brescia, gli studenti incontreranno giovani rifugiati abitanti nel nostro territorio e, attraverso la mediazione di esperti in materia e di artisti locali, si confronteranno su questioni legate a disuguaglianze e razzismo attraverso linguaggi a loro familiari: hip-hop, rap e i diversi contemporanei linguaggi multimediali e le connesse arti visive.
Il progetto sarà realizzato congiuntamente da uno staff composto da un esperto di disuguaglianze e migrazioni, un educatore professionista, alcuni rapper locali e un video-maker. Inizialmente, gli studenti di 5 diverse scuole superiori della Provincia di Brescia saranno coinvolti all’interno di un evento pubblico di presentazione dell’iniziativa.

Durante l’anno scolastico 2019-2020, lo staff di RapLab organizzerà 5 seminari nelle 5 scuole insieme ad alcuni rifugiati, per stimolare gli studenti a riflettere sulla connessione tra migrazioni e disuguaglianze globali e su come sia possibile ispirare un vero cambiamento culturale a partire dal contesto locale.
Il coordinatore di RapLab elaborerà una serie di materiali didattici, che prepareranno gli studenti a lavorare con il tema specifico del razzismo attraverso la specifica metodologia del laboratorio di scrittura creativa. In una seconda fase (Attività 3), i rappers (individuati dallo staff a livello locale) lavoreranno con ciascun gruppo al fine di scrivere e registrare una traccia musicale rispetto al tema delle disuguaglianze e delle migrazioni per aumentare soprattutto la consapevolezza tra le fasce più giovani della società civile.

Tali elaborati finali, affiancati da un video prodotto contestualmente ai laboratori negli Istituti (Attività 4), saranno proposti all’intera comunità scolastica in occasione degli eventi finali organizzati da ciascuna scuola durante il 2020 e sarà poi diffuso online attraverso i social media e i siti web delle scuole e del progetto. Inoltre, i cinque gruppi di studenti e rifugiati, grazie ad alcune collaborazioni attive tra i promotori del festival e i promotori del progetto, saranno invitati a partecipare a numerosi festival musicali e culturali nella provincia di Brescia.
 
Il progetto in pillole

Chi siamo
L’Associazione ADL a Zavidovici opera nell’ambito dell’educazione alla cittadinanza attiva e allo sviluppo sostenibile dai tempi del conflitto nei Balcani, attraverso il coinvolgimento e la collaborazione con le comunità locali, le istituzioni e partner della società civile. Dal 2005 ADL lavora sul territorio bresciano all’interno del sistema dell’accoglienza di richiedenti asilo e rifugiati con un focus specifico sulla sensibilizzazione delle comunità locali.

Il progetto
RapLab against Inequalities: laboratori di scrittura creativa sul tema delle disugugaglianze e del razzismo attraverso linguaggi musicali ed artistici familiari per le giovani generazioni.

Lo staff
Un coordinatore di ADL che si relaziona direttamente con gli Istituti scolastici, un esperto sulle questioni di disuguaglianze e razzismo, rappers e videomakers locali;

A chi si rivolge
250 studenti da 5 Istituti di Secondo Grado della Provincia di Brescia

Risultati attesi
Attivare la discussione con i più giovani rispetto ai legami tra disuguaglianze globali e razzismo; 
produrre e diffondere 5 tracce musicali create dagli studenti;
coinvolgere direttamente e valorizzare gli artisti locali;
sensibilizzare la società civile attraverso eventi pubblici di presentazione del progetto e dei prodotti finali.
 
Le tempistiche
Novembre
Presentazione Pubblica del Progetto con il coinvolgimento delle scuole partner
Dicembre
Presentazione della tematica e primi laboratori all’interno degli Istituti Coinvolti
Gennaio, febbraio, marzo
Workshop di scrittura creativa con gli studenti e gli artisti locali
Aprile
Editing e finalizzazione dei prodotti audio-video.
Maggio
Presentazione dei prodotti finali negli Istituti e negli eventi pubblici sul territorio.

NB Le tempistiche del progetto hanno subito modifiche in seguito alla chiusura degli istituti scolastici a casua dell’emergenza sanitaria Covid-19

Approfondimenti

Presentazione del progetto
Presentato lo scorso giovedì 19 dicembre 2019 all’ISS Angelo Gigli di Rovato un nuovo progetto nell’ambito formazione che ci accompagnerà fino al termine dell’anno scolastico 2019/20.   RapLab contro le disuguaglianze è una piattaforma di dialogo e di produzione rispetto agli obiettivi di sviluppo sostenibile 2030 (Sustainable Development Goal(s)- SDGs) destinato agli studenti delle Scuole Superiori della Provincia di Brescia.
Coordinato dalla nostra associazione e finanziato dal Programma “Start the Change” dell’Unione Europea, “RapLab” si pone l’obiettivo specifico di stimolare una discussione produttiva sulle connessioni tra disuguaglianze globali e migrazioni attraverso l’uso di linguaggi artistici e creativi.

All’interno degli Istituti Superiori della Provincia di Brescia coinvolti, gli studenti incontreranno giovani rifugiati abitanti nel nostro territorio e, attraverso la mediazione di esperti in materia e di artisti locali, si confronteranno su questioni legate a disuguaglianze e razzismo attraverso linguaggi a loro familiari: hip-hop, rap e i diversi contemporanei linguaggi multimediali e le connesse arti visive.  

Istituti coinvolti nel progetto
IIS Angelo Gigli di Rovato
CFP AIB di Ome
IIS Capirola di Ghedi
IIS Antonietti di Iseo
IIS Mantegna di Brescia

Il progetto sarà realizzato congiuntamente da uno staff composto da un esperto di disuguaglianze e migrazioni, un educatore professionista, alcuni rapper locali e un video-maker. Inizialmente, gli studenti di 5 diverse scuole superiori della Provincia di Brescia saranno coinvolti all’interno di un evento pubblico di presentazione dell’iniziativa.

Verrà preparata una serie di materiali didattici, che prepareranno gli studenti a lavorare con il tema specifico del razzismo attraverso la specifica metodologia del laboratorio di scrittura creativa. In una seconda fase, il tutor artistico (Fabio Rescinti in arte Resho) avorerà con ciascun gruppo al fine di scrivere e registrare una traccia musicale rispetto al tema delle disuguaglianze e delle migrazioni per aumentare soprattutto la consapevolezza tra le fasce più giovani della società civile.
Tali elaborati finali saranno proposti all’intera comunità scolastica in occasione degli eventi finali organizzati da ciascuna scuola durante il 2020 e sarà poi diffuso online attraverso i social media e i siti web delle scuole e del progetto.

Inoltre, i cinque gruppi di studenti e rifugiati, grazie ad alcune collaborazioni attive tra i promotori del festival e i promotori del progetto, saranno invitati a partecipare a numerosi festival musicali e culturali nella provincia di Brescia.