Sabato 26 Maggio 2012 ore 10.00 Via Della Rocca , 14 – Brescia
“Cercare una polis e una oikia che siano all’altezza [dell’attuale] comunità vuota e impresupponibile, è il compito infantile dell’umanità che viene.” Così si esprime Agamben nella prefazione all’edizione francese del 1989 di Infanzia e storia, indicando, quasi di soppiatto, una traiettoria indefettibile ed inesorabile agli uomini e alle donne che vogliano assumere l’onere del pensiero, una traiettoria che si lasci alle spalle le vecchie categorie etico-politiche, ormai inservibili, e si dedichi all’indagine delle sopraggiungenti “impresupponibili” singolarità qualunque. Rilanciando la questione a partire da una nuova domanda, potremmo chiederci: qual è l’espressione più adeguata a significare una vita etica?
 
Maurizio Vito è Visiting Lecturer alla University of California di Berkeley. Ha pubblicato vari articoli su riviste di lingua inglese e italiana, e sta lavorando ad un libro sulla politica rinascimentale da Machiavelli a Sarpi.

Rispondi