Lunedì 22 Ottobre l’Associazione ADL a Zavidovici ha ospitato la delegazione palestinese che partecipa a l Salone del Gusto e  “Terra Madre” 2012. La delegazione in visita a Brescia è composta da Emad Asrouf di Gaza e Ismail Soboh di Nablus dell’Associazione Youth Development e Madiha Sheshtawi di Gerico dell’Associazione Palestinian Agricultural Relief Committee.
I protagonisti della serata hanno raccontato cosa significa coltivare la terra in Palestina, in un territorio occupato dove spesso è la sola presenza di volontari internazionali che permette ai contadini di portare avanti il loro lavoro, evitando il più possibile le quotidiane aggressioni da parte dei soldati israeliani e dei coloni.
Tre persone che vengono da uno stesso Stato, da tre città non troppo lontane, ma che per incontrarsi faccia a faccia devono aspettare di uscire dal loro territorio e andare all’estero.
Tre persone che portano con sé le preoccupazioni legate alla situazione dei propri bambini traumatizzati da questa realtà di continua instabilità e di scontri violenti, dei propri giovani che devono subire controlli quotidiani per potersi spostare e frequentare le lezioni in università, con il peso di una disoccupazione dilagante.
Coltivare la terra in pace, poter allargare il mercato dei prodotti locali e partecipare alla rete slow food come Stato Indipendente è il desiderio di queste persone, desiderio che ha il sapore di un’impresa eroica, se nato e alimentato in Palestina.
Prima di passare alla visione del tragi-comico documentario “Inshallah Beijng”,  Asrouf ha lanciato un ultimo ricordo a Vittorio Arrigoni, cooperante-pacifista ucciso nella striscia di Gaza nel 2011, ricordo al quale si è legata in modo naturale la richiesta di Ismail, affinchè anche noi, da qui, non ci dimentichiamo di diffondere la consapevolezza circa quello che sta accadendo in Palestina oggi, per non dimenticarci che in fondo  la questione Palestinese riguarda anche noi, e il nostro futuro.
Hanno partecipato all’incontro un numero inaspettato di persone, che hanno contribuito al nascere di una discussione attenta e partecipata, in un clima informale di convivialità e scambio reciproco.
Cogliamo l’occasione per ringraziare Asrouf, Ismail e Madiha per il loro contributo e per la testimonianza di determinazione e coraggio che hanno portato nella nostra città.
Per maggiori informazioni visita:
http://www.terramadre.org/pagine/press/leggi.lasso?id=C2744B881d786227B8pJM24B31CF&ln=it&-session=terramadre:42F942350edef0366ARwr1DEEFCA
Guarda l’intervista di Fabio Fazio a Carlin Petrini, presidente di slow food, e alla delegazione palestinese di Terra Madre.
http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-b4cf35f6-3f54-49e4-85b2-b1604374907e.html

Rispondi