La dott.ssa Céline Bauloz, del Global Migration Centre, ha pubblicato di recente tre nuovi articoli, parte del progetto “Armed Conflict and Forced Migration”.
 
Madre Nostrum annegato da Tritone?
 
Il nuovo report di JRS sull’accoglienza dei richiedenti asilo in Italia. JRS denuncia l’assenza di pianificazione nell’accoglienza dei richiedenti asilo salvati da Mare Nostrum.
 
Matteo Renzi al Festival di Internazionale su Mare Nostrum: “Non si va da nessuna parte se non si risolve prima la questione della Libia. In quel paese non si è data una prospettiva di pace e prosperità. I rifugiati arrivano da lì. Ben venga Frontex plus. Mare nostrum non sarà mai abbandonato finché non ci sarà un impegno dell’Europa che dovrà intervenire al posto nostro. Fino a quel momento interverremo noi”.
Il Ministero dell’Interno pubblica una serie di dati interessanti e aggiornati sui centri di accoglienza in Italia. Al 30 settembre 2014 sono 32.471 le persone presenti nelle strutture temporanee in Italia.
 
Il saluto di Erri De Luca e Celestini alle persone che hanno perso la vita il 3 ottobre:
 
Dal 1988 al 15 settembre 2014, si stima che 21.344 persone siano annegate nel Mediterraneo mentre cercavano di raggiungere l’Europa. Nel 2011 il numero dei morti è stato di circa 1500, nel 2012 di circa 500, nel 2013 di oltre 600.
Dal 1° gennaio al 15 settembre 2014, sono annegate oltre 2500 persone, più di 2200 delle quali dal mese di giugno. Quasi il due per cento delle persone che hanno intrapreso un viaggio nel Mediterraneo nel 2014 è annegato.