Ieri a Flero, presso la biblioteca comunale, abbiamo presentato un nuovo progetto: la Cascina Solidale!
Prendendo spunto dall’idea di Proyectoescalera, abbiamo deciso di cominciare questo percorso e creare un sistema che permetta di raggiungere l’obiettivo di una maggiore conoscenza e confidenza reciproca tra i cittadini locali e i richiedenti /titolari asilo ospitati nel progetto Sprar, partendo dalla semplice condivisione dei servizi.
In che modo facilitare l’incontro? Una bacheca, una cassetta della posta e biglietti da depositarvici dentro in cui indicare il nome, la data e il luogo di chi richiede un determinato servizio.

In questo modo ogni domenica sera i cittadini locali che risiedono negli appartamenti di questo complesso potranno lasciare nella cassetta la richiesta di alcuni servizi (ad. esempio richiedere l’aiuto o l’assistenza per la spesa, per andare in posta, per buttare i rifiuti più ingombranti) in vista della settimana successiva.

Nel momento in cui richiedono un servizio, gli stessi abitanti indicheranno un servizio da offrire in cambio ai rifugiati, come la possibilità di prendere un caffè insieme e conversare in italiano per un’ora, prestare la propria bici o fare una passeggiata insieme per conoscere meglio il territorio. A supervisionare l’organizzazione di questi servizi sarà presente un operatore sociale di ADL.

Gli stessi residenti locali e i beneficiari del progetto Sprar Collebeato hanno lasciato la biblioteca con un rinnovato spirito di iniziativa e disponibilità, desiderosi di inaugurare quella che potrebbe trasformarsi in una buona pratica. Noi ce lo auguriamo!