Un’operazione da 500 mila euro resa possibile grazie alla collaborazione tra la Chiesa Valdese di Brescia e ADL a Zavidovici

La Tavola Valdese, l’organo di governo dell’Unione delle chiese metodiste e valdesi italiane, ha donato 502 mila euro per installare una Tac polmonare nel Pronto soccorso dell’ospedale Civile di Brescia. L’operazione è stata resa possibile grazie alla collaborazione tra la Chiesa evangelica valdese di Brescia e l’Adl Zavidovici, la onlus attiva da 25 anni in progetti di cooperazione internazionale nei Balcani e nell’accoglienza e inserimento sociale e lavorativo dei richiedenti asilo in Italia.

Tutto inizia con la decisione della Tavola valdese di stanziare otto milioni di euro a livello nazionale per l’emergenza sanitaria. A Brescia se ne fa carico la pastora Anne Zell, la quale coinvolge ADL nel progetto sul piano operativo, associazione con la quale da anni sono in corso collaborazioni (anche sui temi della disabilità). Agostino Zanotti, direttore di ADL, accoglie con entusiasmo la proposta e trasforma l’associazione in soggetto operativo per dare sostanza all’operazione. «È stata complicata — spiega Zanotti — noi non siamo abituati a muoverci in queste situazioni. Ma abbiamo trovato grande collaborazione nella Siemens, che ci ha fornito in tempi record preventivi e ha tenuto fermo l’apparecchio nonostante la grande domanda, e nella ditta bresciana Nocivelli, che si è resa disponibile a realizzare le opere edili e impiantistiche a costo di servizio o quasi». La sinergia è diventata realtà, i lavori sono già iniziati ed entro un mese e mezzo dovrebbero essere conclusi. «Un macchinario utile per l’emergenza attuale ma anche per il futuro – sottolinea Zanotti — Noi siamo orgogliosi di essere stati coinvolti in questa operazione».

L’operazione vale 5oo mila euro, più altri duemila messi a riserva per eventuali imprevisti: «Soldi che se non verranno spesi per la Tac saranno investiti in mascherine o dispositivi di protezione per i cittadini». Degli otto milioni stanziati dalla Tavola valdese (presi dalle risorse dell’otto per mille) l’impegno su Brescia è il più cospicuo insieme ai due su Bergamo per l’ospedale degli alpini collegato al Giovanni XXIII (800 mila euro totali per creare nuovi posti di terapia intensiva e per la fornitura di dispositivi cardio). Anche per Bergamo la Tavola Valdese ha collaborato in sinergia con due ong, Emergency e Cesvi. ( t.b.)

Si ringrazia Thomas Bendinelli per l’articolo pubblicato nell’edizione odierna del Corriere della Sera Brescia


Rassegna stampa

Dalla Chiesa Valdese 502 mila euro per una Tac – Bresciaoggi

La Chiesa Valdese dona una Tac all’ospedale Civile – Corriere della Sera Brescia

Pronto soccorso del Civile: aiuti per la nuova Tac – Giornale di Brescia

Rispondi