Cinque colpi di pistola non fermeranno la solidarietà.

Citando le parole del Sindaco Antonio Trebeschi, non è semplice trovare il modo più consono ad esprimere in maniera adeguata il nostro ringraziamento per l’affetto ricevuto nella giornata di ieri.

Grazie alle associazioni di Collebeato, che dal 2014 stanno condividendo il progetto SPRAR coinvolgendo i beneficiari accolti nelle loro molteplici attività.
 E grazie a tutti gli enti e le associazioni bresciane che – nonostante lo scarso preavviso – hanno presenziato per dimostrare la loro solidarietà di fronte ad un atto vile e intimidatorio, condividendo con noi in questo modo la giornata dedicata alla Festa della Repubblica.

Pubblichiamo in questa pagina i messaggi letti a gran voce dalle e dai rappresentanti delle associazioni. 
Un ricordo che ci consentirà di impreziosire ulteriormente la memoria di questa giornata per raccogliere lo slancio necessario a guardare avanti con convinzione ancora più forte, sempre accompagnati dagli ideali della pace e della solidarietà.

L’elenco delle associazioni partecipanti:

01 ADL a Zavidovici
02 Associazioni della Consulta Politiche Sociali di Passirano
03 Tavolo della Pace Passirano – Montorfano
04 ARCI Collebeato
05 ARCI Provinciale Brescia
06 CISL Brescia
07 ANOLF Associazione Oltre Le Frontiere Brescia
08 Giustizia e Libertà Brescia
09 GEUC/CAI Collebeato
10 Partito Democratico circolo di Collebeato
11 Gruppo Ecologico Collebeato
12 CAM Club Amici della Musica Collebeato
13 Pro Loco Collebeato
14 FNP CISL Collebeato
15 Articolo Uno Brescia
16 Liberaciòn Carpenedolo
17 Associazione Ente Morale “Chiara Luce” Collebeato
18 Gruppo Alpini di Collebeato
19 ACLI Sant’Anna Brescia
20 OPAL Osservatorio Permanente Armi Leggere Brescia
21 Pax Christi – punto pace di Brescia
22 K-Pax Cooperativa Sociale Onlus
23 Azione Cattolica Collebeato
24 Il Calabrone
25 Gruppo volontari Punto Bimbo Solidale Collebeato
26 ANPI Provinciale Brescia
27 ANPI Sezione Giulio Nicolini Collebeato
28 Chiesa Pastafariana Italiana
29 Movimento Nonviolento Brescia
30 ACLI Collebeato
31 Comitato Piazzadimaggio Brescia
32 Emergency Brescia
33 Somos Ibero Italia
34 Gruppo “De Noalter” Brescia
35 ARCI “Colori e Sapori” Brescia
36 Associazione Teatro Dioniso
37 ANPI Sezione Damonti-Venturini Brescia
38 AGE Associazione Genitori Collebeato
39 Provincia Bene Comune
40 Chiesa Valdese di Brescia
41 Associazione Psicologi per i Popoli del Mondo
42 GASBeato Collebeato
43 Coordinamento Libera contro le Mafie Brescia
44 Associazione Mediterranea
45 Associazione Culturale Flor de Cobiàt
46 FIOM CGIL Brescia
47 Associazione Femminile “Se non ora, quando”
48 Il Mosaico
49 AGESCI Zona Brescia
50 Associazione Scout Gussago
51 Associazione Cross Point
52 6000 Sardine Brescia
53 Consulta per la Pace Gussago
54 Banca Etica
55 Rete Bresciana Mondiali Antirazzisti

Collebeato 2 giugno 2020

ADL a Zavidovici
A nome dell’Associazione ADL a Zavidovici Onlus e di tutte le persone che ne fanno parte, esprimiamo il nostro sdegno per il gesto di inaudita violenza che ha colpito sei rifugiati nella loro casa a Collebeato. Noi riconosciamo che questo gravissimo episodio ferisce, non soltanto le persone a cui è stato direttamente rivolto, ma tutta la comunità, costruita su legami di fiducia e reciprocità. La nostra Associazione, nata nel 1996 per promuovere i valori della pace e della solidarietà, la tutela dei diritti fondamentali e l’uguaglianza tra gli essere umani, lavorerà come sempre e di più in questa direzione. Ribadiamo l’impegno di ciascuna e ciascuno di noi per costruire società plurali fondate sulla convivenza democratica e non-violenta.

Arci Comitato Provinciale Brescia
Eguaglianza è un semplice concetto, necessario per pensarsi insieme, nel confronto e nel dialogo fra differenti visioni culturali, per non arrendersi di fronte alla difficoltà di ritrovarsi e alla fatica del partecipare, scoprendosi diversi ogni momento. Eguaglianza è la vivacità di riscoprirsi nelle emozioni e nella reciprocità di un linguaggio universale. La chiusura mentale e la brevità spirituale di chi spara, dimostrano unicamente che la mano ha preso il posto della parola, che il gesto ha surclassato il discorso e che il logos è stato sconfitto da un’azione priva di senso, portata a compimento da persone insicure, deboli e infelici. Di tutto questo nulla ci appartiene, perché in noi è grande la spinta verso la felicità condivisa, verso una vita giusta e serena. Forte in noi è la volontà di costruire una società che permetta a chiunque di vivere bene, nel rispetto dell’altro e della dignità degli individui.

Arci Collebeato
Arci Collebeato condanna questi atti razzisti, vili e incivili ed è solidale con i rifugiati SPRAR, con l’amministrazione e con ADL Zavidovici. Crediamo siano atti isolati, ma uniti ai fatti di ottobre diventano sempre più pesanti e intollerabili in una comunità che ha sempre dimostrato solidarietà e convinzione in alcuni principi. Dobbiamo fare in modo che questo prevalga sempre e che atti razzisti come questi non accadano mai, tutelando i rifugiati e le nuove generazioni.

Circolo Acli Sant’Anna Brescia
Il Circolo Acli Sant’Anna di Brescia, da sempre sostenitore di pace, condanna ogni forma di violenza. Ciò che è accaduto è un atto ignobile che non colpisce solo gli SPRAR o il Comune di Collebeato, ma va contro allo Stato che nel 2001, su esempio delle associazioni private, istituiva gli SPRAR con una legge a sostegno dei rifugiati, dei più deboli, di tutte quelle persone che scappavano in cerca di una vita dignitosa. Per cui questi spari non sono stati diretti solo agli ospiti degli SPRAR, ma sono stati diretti allo Stato, sono stati diretti ad ogni singolo uomo che crede nei diritti umani, nel diritto di muoversi senza frontiere, al diritto alla vita, sono stati diretti a ogni cristiano che abbia a cuore l’uomo come suo fratello e per questo il sottoscritto Tinelli Gianfranco, presidente delle Acli di Sant’Anna di Brescia, a nome anche dei suoi consiglieri sostiene questa iniziativa a sostegno degli SPRAR e del sindaco Antonio Trebeschi e condanna ogni forma di violenza.

Associazione Ente Morale “CHIARA LUCE”
“L’ingiustizia commessa in un luogo qualunque del mondo è una minaccia della giustizia in tutto il mondo” (Martin Luther King)
L’Associazione “Chiara Luce” vi esprime la sua solidarietà e condanna il gesto gravissimo e violento compiuto contro di voi nella notte tra sabato e domenica.

CISL Brescia
Caro Sindaco Trebeschi, giovedì scorso mi sono commosso nel vedere la determinazione di Franco Castrezzati ad essere con noi in Piazza Loggia, nonostante i suoi 94 anni e una salute compromessa, per ricordare le vittime della strage di 46 anni fa. La sua straordinaria lezione è quella del dovere della testimonianza democratica, della necessità dell’impegno civile, dell’urgenza di ricomposizione di un sentire comunitario, unico vero argine alle barbarie, sempre in agguato, della violenza e della prepotenza. Tutto mi è tornato prepotentemente alla mente alla notizia di questo nuovo atto intimidatorio contro l’appartamento che a Collebeato ospita alcuni immigrati, rifugiati e richiedenti asilo. Assieme alla condanna di un gesto tanto vile quanto violento, la Cisl bresciana rinnova amicizia, sostegno e vicinanza a questa realtà dello SPRAR e ai migranti che ospita, alla popolazione di Collebeato, a lei e all’intera Amministrazione, all’associazionismo, a tutti coloro che si adoperano per un mondo capace di riscoprire il valore della fraternità. Respingiamo insieme ogni forma di intimidazione, riaffermiamo il valore della solidarietà e dell’accoglienza.

Cooperativa Il Mosaico
Non sarà il gesto di pochi
a gelare la speranza di chi fugge.
Non sarà la vigliaccheria di pochi
a fiaccare la volontà dei molti che li sostengono.

Agesci Zona Brescia
Festa della Repubblica, a 74 anni dalla costituzione della nostra amata Repubblica siamo anche noi qui come AGESCI a nome della zona Brescia per esprimere solidarietà e vicinanza agli ospiti dello SPRAR di Collebeato, a ADL a Zavidovici e all’amministrazione comunale. Consapevoli che c’è ancora tanta strada da fare per vedere riconosciuti a tutte e tutti i diritti per vivere una vita degna, ci impegniamo per percorrerla insieme. Buona strada!

Associazione culturale Flor de Cobiàt
L’associazione culturale Flor de Cobiàt vivamente deplora lo spregevole attentato alla serenità degli ospiti SPRAR e della comunità tutta. Esprime convinta solidarietà ai giovani stessi e alle organizzazioni che li stanno aiutando nel percorso di integrazione. Un grazie infine all’Amministrazione alle associazioni comunali che riaffermano lo spirito di accoglienza e solidarietà.

Psicologi per i popoli nel mondo
Carissimi, la solidarietà non si ferma con i colpi di pistola. La solidarietà cresce, grazie al lavoro e alle scelte che in tante e tanti hanno fatto negli anni. Grazie alle scelte delle associazioni, degli enti locali, dei liberi cittadini, di donne e uomini che vedono nei propri simili un’opportunità, non un limite al nostro essere umani. Come associazione Psicologi per i popoli nel mondo vogliamo esprimervi la nostra vicinanza e solidarietà, abbracciare insieme a tutti voi i beneficiari dei progetti SPRAR nella speranza e certezza che episodi come quello accaduto ieri notte non abbiano a ripetersi.

Chiesa Valdese di Brescia
“né stranieri, né ospiti, ma concittadini” Efesini 2, 19
La Chiesa evangelica Valdese di Brescia (Unione chiese metodiste e valdesi in Italia) esprime la propria solidarietà ai concittadini, vittime di un’aggressione intollerabile. Chi ha commesso questo atto vile non ha compreso cosa vuol dire essere cittadino/a e viola i valori della stessa Repubblica la quale nascita oggi celebriamo e che è sinonimo di libertà e di democrazia e di convivenza pacifica. L’accoglienza e la protezione dei più fragili è imprescindibile. Siamo convinti/e che solo insieme, tutti e tutte concittadini, possiamo oggi ancora dare vita a questi valori!

Gruppo volontari “Punto Bimbo Solidale”
Noi siamo felici di vivere in una comunità aperta alla slidaetà verso chi soffre, senza guardare al colore della pelle o altro.

Provincia Bene Comune
E Ulisse si accasciò sulla spiaggia dei Feaci, orrido a vedersi, ma Nausicaa, la figlia del Re, non scappò da lui, gli diede di che mangiare, lavarsi e rivestirsi, e poi disse: raccontami la tua storia, straniero.

Sezione Anpi Damonti Venturini
La Sezione Anpi Damonti Venturini esprime vicinanza e solidarietà ai richiedenti asilo dello SPRAR, all’Associazione ADL- Zavidovici, all’amministrazione comunale e a tutti i cittadini di Collebeato per il vile gesto subito. La nostra sezione si unisce alle altre associazioni oggi presentinel condannare fermamente ogni forma di razzismo e di violenza.

Associazione Teatro Dioniso
la solidarietà non basta serve l’indagine della magistratura.

Pax Christi – punto pace di Brescia
Forse con questo gesto vogliamo solo dire che ci siamo: con i nostri ideali di pace, solidarietà, accoglienza, giustizia, nonviolenza, attenzione e rispetto per gli uomini e per la terra. Non è ancora chiaro il perché di quanto successo. Ma è successo e ci preoccupa. Come ci preoccupiamo le armi che, soprattutto quelle di piccolo calibro, costruiamo a poca distanza da qui. Ci preoccupa che siano nelle nostre case, sparino per strada e contro qualcuno. E ci preoccupa che spesso i nostri fratelli migranti siano doppiamente vittime: del Paese da cui fuggono (per fame, guerra, desiderio di una vita migliore poco importa) e per l’ostilità che spesso incontrano nel nostro di Paese, da parte delle persone o di una normativa incapace di tutelare noi e loro. E di una politica che troppo spesso lascia correre, non interviene, consente che forse razziste e fasciste continuino ad operare in tutta tranquillità. I nostri ideali ci obbligano a sforzarci di guardare. Ci spiace la richiesta di non essere qui in tanti. Con le distanze necessarie a proteggere e a proteggerci avremmo desiderato essere tutti qui…e mostrare, oltre che dire, che ci siamo.

Circolo Arci Colori e Sapori
Il Circolo Arci Colori e Sapori è qui oggi con l’intento di esprimere solidarietà dopo l’accaduto di domenica notte, all’Associazione ADL Zavidovici, al Comune di Collebeato, al suo Sindaco, ed agli ospiti dello SPRAR che qui hanno la loro residenza. La nostra presenza è coerente con quanto scritto nel nostro Statuto, laddove delineando la nostra area di intervento, citiamo “tutti i campi in cui si può dispiegare una battaglia civile contro ogni forma di intolleranza, di ignoranza, di violenza, di censura, di ingiustizia, di discriminazione, di razzismo, di disperazione, di solitudine forzata…”
La bandiera della Pace, che oggi portiamo e che verrà esposta sul balcone dell’appartamento che accoglie gli ospiti dello SPRAR, al balcone al quale sono stati rivolti i colpi di pistola, rappresenta simbolicamente la nostra visione del mondo, un mondo aperto, solidale, giusto e garante di diritti che si contrappone a quello nero, razzista e fascista che si è espresso attraverso quei colpi di pistola e quegli atti intimidatori nei confronti anche del Sindaco Antonio Trebeschi e del Comune, che si sono susseguiti a partire dallo scorso anno. Non lasceremo che questi fatti restino impuniti e la presenza di Associazioni, Enti e liberi cittadini che si trovano riuniti qui oggi, dimostra che la nostra determinazione no verrà scalfita dalla violenza e dall’intimidazione.

Cooperativa Il Calabrone
A pochi mesi di distanza dai gravi atti accaduti lo scorso ottobre il Calabrone rinnova e consolida la propria vicinanza agli ospiti dello Sprar, ad ADL a ZAVIDOVICI all’amministrazione comunale e alla cittadinanza condividendone i valori di pace, di accoglienza e solidarietà. 
A prescindere di quali siano le motivazioni del gesto lo riteniamo inaccettabile e segno di un pericoloso imbarbarimento. 

Gruppo de Noalter
Il Gruppo de Noalter, da decenni impegnato in un quartiere come quello del Carmine, quartiere accogliente e solidale, in questo terribile clima sovranista e fascista, esprime la sua solidarietà ai fratelli e alle sorelle richiedenti asilo.

Emergency Brescia
Il gruppo Volontari Emergency Brescia vuole esprimere la propria solidarietà al centro SPRAR di Collebeato, all’Amministrazione Comunale e all’Associazione ADL Zavidovici per quanto accaduto la notte della scorsa domenica. Dopo le scritte xenofobe sui muri, dopo le intimidazioni al Sindaco Antonio Trebeschi, ora gli spari, ancora atti violenti nell’intento di mantenere un clima di paura tra gli ospiti dello SPRAR. Il rammarico e la volontà di sconfiggere questa ideologia di odio ci stringono nella ricerca di raggiungere l’obbiettivo comune di garanzia dei diritti umani. Riportiamo la frase del comunicato stampa del Comune di Collebeato e di ADL : “NO, NON SARANNO CINQUE COLPI DI PISTOLA A FERMARE LA SOLIDARIETÀ” e la condividiamo con fermezza.

Piazzadimaggio
“Auschwitz è fuori di noi, ma è intorno a noi, è nell’aria. La peste si è spenta, ma l’infezione serpeggia: sarebbe sciocco negarlo” Primo Levi

Acli
“Gli uomini sono angeli con un’ala soltanto: possono volare solo rimanendo abbracciati.”
Pur nella diversità rimaniamo uniti

Movimento nonviolento
Qui oggi commemoriamo un’Italia liberata dai tragici nazionalismi razzisti e guerrafondai del secolo scorso e nata per promuovere la pace, la giustizia sociale, per la convivenza democratica con tutti i popoli e le nazioni, e anche per garantire accoglienza agli stranieri perseguitati. Noi stessi dobbiamo essere il cambiamento che vogliamo vedere nel mondo.

Chiesa Pastafariana Italiana
La violenza e l’intimidazione sono l’ultima spiaggia a cui i vigliacchi sbarcano. Quanto l’odio ha cercato in ogni modo di infilarsi nella società, senza riuscirci, l’unico modo che rimane a persone cariche di astio per dimostrare di esistere è agire di nascosto, nella notte, creando paura. Viene a crearsi quindi una contrapposizione tra paura e odio da una parte e accoglienza e amore dall’altra e la Chiesta Pastafariana Italiana sa benissimo verso quale dei obbiettivi fare vela. Il Prodigioso Spaghetto Volante ci ha creato tutte e tutti diversi, ogni persona è unica per pensieri, affetti, provenienza, Credo e non dobbiamo spaventarci di rendere queste unicità la nostra forza contro chi vorrebbe standardizzare e omologare. Continuare, quindi, senza paua e con una rinnovata e rinvigorita voglia di fare e di costruire, navigando fianco a fianco come compagni di viaggio in questo mare, che per noi è senza confini. Lancio a tutte e tutti la mia pennedizione nel nome del Sugo, della Piastra e delle Sacre Polpette.

Gruppo Alpini Collebeato
“Con la violenza puoi uccidere colui che stai odiando, ma non uccidi l’odio. La violenza aumenta l’odio e nient’altro.”

Articolo Uno Brescia
Articolo Uno di Brescia esprime tutta l’indignazione dei suoi iscritti per l’atto di violenza che ha colpito il centro SPRAR di Collebeato e i suoi ospiti. Le esperienza SPRAR sul nostro territorio si sono sempre distinte per l’efficacia dei progetti di accoglienza ed integrazione dei migranti affrontati con grande umanità e spirito multiculturale. Per questo esprimiamo il nostro sostegno e solidarietà all’Associaizione ADL- Zavidovici e ai suoi rifugiati, nella convinzione che la comunità di Collebeato saprà fronteggiare i rigurgiti razzisti, sostenuta dall’Amministrazione Comunale. Articolo Uno non può che impegnarsi, affinché vengano superati gli ostacoli ad una politica di accoglienza, fondata sul rispetto dei diritti umani ed internazionali. “Siamo sempre lo straniero di qualcun altro. Imparare a vivere insieme è lottare contro il razzismo” (Tahar Ben Jelloun)

OPAL Brescia
Vile attentato contro lo SPRAR di Collebeato (Bs): la nostra solidarietà al centro!
OPAL Brescia esprime la propria forte preoccupazione per l’inquietante episodio di violenza, e manifesta la propria vicinanza e piena solidarietà agli ospiti della struttura, al sindaco di Collebeato, Antonio Trebeschi, agli operatori del Centro e ad Agostino Zanotti, responsabile del progetto e direttore dell’Associazione Ambasciata della Democrazia Locale a Zavidovici, membro fondatore dell’Osservatorio OPAL.

ANPI Provinciale e ANPI sez. di Collebeato
L’Anpi provinciale e la sez. Anpi di Collebeato esprimono vicinanza e piena solidarietà all’Amministrazione comunale, alla cooperativa ADL a Zavidovici e ai ragazzi rifugiati dello SPRAR, vittime di un vile e violento atto razzista e auspicano vivamente che al più presto vengano individuati i responsabili, che tali situazioni non si ripetano più e che si affermi definitivamente la giustizia.

Don Fabio Corazzina
“Mio fratello che guardi il mondo e il mondo non somiglia a te mio fratello che guardi il cielo e il cielo non ti guarda. Se c’è una strada sotto il mare prima o poi ci troverà se non c’è strada dentro al cuore degli altri prima o poi si traccerà” Ivano Fossati…e questa strada c’è, la troveremo insieme!

Coordinamento Libera Brescia
“A questo pota la paura, e non sappiamo controllarla: a costruire muri, prigioni, risentimenti, capri espiatori. A confondere le diversità con le avversità.” Don Luigi Ciotti

Gruppo Acquisto Solidale Gasbeato
Il Gruppo di Acquisto Solidale Gasbeato esprime la piena solidarietà ai rifugiati SPRAR ed all’associazione ADL Zavidovici per il gravissimo episodio razzista subito e rinnova convintamente il sostegno alle politiche di accoglienza dell’Amministrazione Comunale.

FNP CISL
FNP CISL Pensionati di Collebeato esprime il proprio sdegno per il grave episodio accaduto. È vicina ai ragazzi che consideriamo nostri concittadini, già così colpiti nei loro Paesi di origine. Esprimiamo la nostra solidarietà anche all’Amministrazione Comunale e all’Associaziome ADL Zavidovici e condividiamo con loro un sereno percorso di pace.

Azione Cattolica Collebeato
“Ho avuto fame e mi avete dato da mangiar, ho avuto sete e mi avete dato da bere, ERO FORESTIERO E MI AVETE OSPITATO, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete venuti a trovarmi” (Matteo 25).
Cari Amici, come Azione Cattolica di Collebeato siamo contenti della vostra presenza nella nostra Comunità. In questo momento della vostra vita anche noi vi rinnoviamo la solidarietà e la vicinanza per farvi sentire tutto l’affetto che questa comunità ha per voi. Continuiamo a credere che ACCOGLIERE per CONDIVIDERE vita, cultura, diversità, responsabilità e bellezza sia un modo non sempre facile ma efficace per costruire a piccoli passi un mondo PIÙ GIUSTO.

Pro Loco Collebeato
La Pro Loco di Collebeato si associa nel condannare il vile attacco ai danni dei ragazzi ospitati nel nostro Comune nell’ambito del progetto SPRAR. Come già ricordato la forza della nostra associazione sta nelle persone, chiunque siano e da ovunque provengano, e la nostra azione è indirizzata alla Comunità. Per queste ragioni non possiamo tollerare azioni vigliacche e violente che vanno contro qualsiasi sentimento di solidarietà e comunità. La Pro Loco si stringe ai ragazzi in un abbraccio di solidarietà, amicizia e fratellanza.

Banca Etica Brescia
ADL Zavidovici Onlus è un’organizzazione socia e cliente di Banca Etica dal lontano 2000: ADL sta per “Ambasciata della democrazia locale a Zavidovici” viene fondata nel 1996 su spontanea iniziativa di un gruppo di pacifisti riuniti nel Coordinamento Bresciano Iniziative di Solidarietà che nel 1992, all’epoca della guerra in Bosnia Erzegovina, aveva cominciato a realizzare operazioni di soccorso e aiuto umanitario a favore della popolazione civile, e allo stesso tempo ad accogliere in Italia profughi e sfollati.
Dal 2014 si è trasformata in impresa sociale e svolge l’attività di accoglienza nei territori di Brescia, Alba e Cremona attraverso i coordinamenti territoriali dei soci e nel Sud Est Europa, in particolare in Bosnia Erzegovina a Zavidovici.
 ADL gestisce diversi progetti SPRAR (Sistema di Protezione per i Richiedenti Asilo e Rifugiati) del Ministero dell’Interno attivati dai comuni di Brescia, Cellatica, Calvisano, Passirano e Collebeato sempre in provincia di Brescia. Attraverso questi progetti ha permesso a tante persone migranti di trovare una casa, un lavoro, inserirsi nella comunità locale e di contribuire con la loro presenza alla coesione sociale e allo sviluppo del territorio, come ben rappresenta la storia di Mohamad rifugiato siriano che ora ha avviato la sua gastronomia di successo nel cuore di Brescia.
Parliamo proprio oggi del prezioso lavoro di ADL Zavidovici per esprimere la nostra solidarietà rispetto ai fatti violenti che sono avvenuti nella notte di sabato 30 maggio ai danni dello SPAR nel Comune di Collebeato. Lo sgomento per la vicenda ha lasciato però spazio alla speranza quando ieri il GIT di Brescia insieme a tante persone ed associazioni locali ha dimostrato il suo sostegno alle persone ospiti dello SPRAR portando in dono le bandiere della Pace.
ADL Zavidovici è una di quelle realtà che silenziosamente lavorano per costruire una società più accogliente, integrata ed inclusiva. Una società migliore non solo per le persone che si trovano a dover migrare perchè in fuga dalla guerra e dalle persecuzioni, ma in primis per noi cittadini italiani.

Gli altri messaggi ricevuti

UNHCR

Gentile Dottor Zanotti e Gentile Dott.Trebeschi,

É con allarme che apprendiamo dai mezzi di informazione del recente attacco intimidatorio subito dalla vostra comunità. Tale episodio ci preoccupa ed è per questo che teniamo a manifestare a voi e a tutti gli ospiti del progetto SPRAR la nostra vicinanza e solidarietà.

Mai come in queste ultime settimane è risultato chiaro quanto rifugiati e comunità ospitanti potessero trovarsi uniti, anche nei momenti più difficili. Ed è quindi ancora più importante dare rilievo alle significative attività di volontariato e solidarietà (in particolare il confezionamento e la distribuzione di mascherine) che hanno coinvolto durante l’emergenza COVID-19, i beneficiari dei progetti da voi gestiti.

Ci auguriamo che le indagini procedano speditamente e venga garantita senza indugio una sicurezza efficace a tutti coloro che si trovano in Italia proprio perché costretti a fuggire dalla violenza e che certo vivranno questi momenti con grande angoscia.

Nel rimanere a vostra disposizione nel caso vi fosse bisogno di un’ulteriore forma di supporto, inviamo i più sentiti saluti.

Francesca Bonelli
Vice Rappresentante UNHCR per l’Italia, la Santa Sede e San Marino

Servizio Centrale SIPROIMI
Carissimo Sindaco Trebeschi, carissime colleghe e colleghi del comune di Collebeato e di ADL Zavidovici,

abbiamo appreso con dispiacere e preoccupazione dell’attentato intimidatorio contro una delle strutture di accoglienza del SIPROIMI del comune di Collebeato.
Un evento del genere, sempre da condannare e stigmatizzare, appare ancora più incomprensibile in questo momento storico, su un territorio profondamente colpito dall’emergenza sanitaria e in una comunità cittadina come quella di Collebeato, che ha fatto della cultura dell’accoglienza il suo segno distintivo.
Sappiamo per certo che non saranno questi cinque colpi di pistola a cancellare l’importante lavoro fatto in questi anni, né a svilire una cittadinanza, un’amministrazione e un associazionismo che hanno saputo costruire insieme un modello di accoglienza, di convivenza e di inclusione sociale, a cui si guarda da tutta Italia.
A Collebeato l’accoglienza non è stata mai fine a se stessa, ma è sempre stata uno strumento per riconoscere le identità, i diritti, le storie anche di tutte le cittadine e i cittadini del Comune. Stringendosi intorno alla struttura di accoglienza, simbolicamente ci si stringerà intorno a ogni singola abitazione di Collebeato, al suo municipio e alla cittadinanza tutta.
Vi mandiamo un caro saluto
Le colleghe e i colleghi del Servizio Centrale SIPROIMI

Castel Mella Bene Comune
Castel Mella Bene Comune esprime piena solidarietà e sostegno all’associazione ADL Zavidovici e al Sindaco di Collebeato a seguito dello spregevole e vile atto di intimidazione rivolto contro il progetto di accoglienza SPRAR.
Come ex-amministratori di Castel Mella non possiamo dimenticare la collaborazione e la comunanza di idee con ADL Zavidovici nel momento in cui anche nel nostro Comune abbiamo dato il via all’esperienza di accoglienza  SPRAR. Esperienza non facile ma certo giustizia e democrazia non sono facili, più facile l’ingiustizia e la violenza, sopratutto quella vile di chi agisce e scappa.

Associazioni della consulta politiche sociali di Passirano
le associazioni della Consulta per le Politiche Sociali del Comune di Passirano sono solidali con l’amministrazione di Collebeato, con i cittadini richiedenti asilo oggetto del vile attacco intimidatorio della notte di domenica e con ADL-Zavidovici. 
Esprimono la loro condanna contro questa violenza gratuita e incomprensibile, giustificata solo dal clima di odio e di razzismo che si respira da troppo tempo anche in Italia.
Uniti contro il virus del razzismo!

Associazione Centro Migranti Onlus
Non si tratta solo di migranti: si tratta anche delle nostre paure. Le cattiverie e le brutture del nostro tempo accrescono «il nostro timore verso gli “altri”, gli sconosciuti, gli emarginati, i forestieri […]. E questo si nota particolarmente oggi, di fronte all’arrivo di migranti e rifugiati che bussano alla nostra porta in cerca di protezione, di sicurezza e di un futuro migliore. È vero, il timore è legittimo. […] Il problema non è il fatto di avere dubbi e timori. Il problema è quando questi condizionano il nostro modo di pensare e di agire al punto da renderci intolleranti, chiusi, forse anche – senza accorgercene – razzisti. E così la paura ci priva del desiderio e della capacità di incontrare l’altro […] (Messaggio per la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2019)
Con queste parole di Papa Francesco intendiamo manifestare la nostra vicinanza per i fatti che si sono verificati in questi giorni; nessuna paura può giustificare nessun genere di violenza. Il cammino di solidarietà, che da tempo condividiamo nel nostro territorio attraverso il tessuto associativo, è un cammino che vogliamo continuare a percorrere insieme per il bene di tutti e di ciascuno, senza distinzioni.
Deplorando ogni forma di violenza, esprimiamo la nostra solidarietà e il nostro desiderio che l’accoglienza continui a essere il tratto distintivo delle nostre comunità.
don Roberto Ferranti
(Presidente dell’Associazione Centro Migranti) unitamente a tutto il consiglio direttivo, ai dipendenti e ai volontari dell’associazione

Progetto SIPROIMI ENEA di Mantova
Tutta la nostra solidarietà da parte della nostra comunità nei vostri confronti con grande rispetto e stima per la continua lotta contro la discriminazione e le diseguaglianze tutte.

Laura Forcella – Commissione Scuola Dolores Abbiati ANPI Brescia
Solidarietà ai beneficiari del progetto Sprar di Collebeato, all’associazione Adl a Zavidovici che lo gestisce, al sindaco Antonio Trebeschi e a tutta la comunità cittadina per costruire un fronte comune contro una intollerabile e pericolosa  violenza razzista. Sappiamo che la sottovalutazione di comportamenti criminali come i cinque colpi di pistola di domenica notte può produrre un arretramento della coscienza civile e aprire spazi ad altri fatti analoghi. Insieme siamo più forti e alle armi da fuoco possiamo opporre quelle dell’intelligenza politica che nel riconoscimento di diritti uguali per tutti fonda le basi di una convivenza civile più sicura ed eticamente sostenibile.

Circolo ACLI di Castel Mella e Punto Famiglia
Il Circolo ACLI di Castel Mella e il Punto Famiglia si stringono al Circolo di Collebeato in una giornata che, in nome della Repubblica dovrebbe ricordarci come la stessa sia fondata su valori quali la solidarietà, la tolleranza e la giustizia sociale. L’atto intimidatorio della notte del 31 maggio ai danni del Centro SPRAR non colpisce solo il centro in sé, ma anche tutta la comunità di Collebeato, da sempre attenta all’accoglienza di tutti i più fragili e bisognosi. E’ un attacco in visione più ampia a tutti coloro che, chi da più tempo e chi da meno, chi più e chi meno intensamente, ognuno con i propri mezzi e modalità, hanno a cuore il bene comune e l’inclusione di tutti, in un’ottica di rispetto, integrazione e collaborazione reciproci. Ci troviamo in una società sempre più all’avanguardia, sempre più moderna e dinamica, ma che purtroppo talvolta ci pone ancora di fronte a episodi che minano la nostra speranza in un mondo migliore e la fiducia nei nostri simili. Le Acli di Castel Mella e Punto Famiglia esprimono la loro piena solidarietà all’Amministrazione Comunale e alla comunità di Collebeato, alla cooperativa ADL Zavidovici Onlus agli ospiti del progetto SPRAR e a tutte le persone che si impegnano per l’uguaglianza sociale senza timore di combattere le
ingiustizie. Vogliamo lasciarVi con una massima del Dalai Lama che sia di guida e augurio per tutti noi.

“Compassione, amorevole gentilezza, altruismo, senso di fratellanza, queste sono le chiavi dello sviluppo umano, non solo nel futuro ma anche nel presente”

I volontari del Circolo ACLI di Castel Mella e Punto Famiglia

Associazione APASCI Onlus
L’Associazione APASCI onlus, impossibilitata a partecipare all’appuntamento del 2 giugno, esprime solidarietà e sostegno ai beneficiari SPRAR, all’Associazione ADL Zavidovici e all’Amministrazione comunale di Collebeato per l’atto vile e intimidatorio accaduto il 31 maggio e ribadisce contrarietà ad ogni forma di violenza.

Rispondi