Rompere il silenzio sulla “rotta balcanica”, denunciare quanto sta avvenendo in quei luoghi. Per lanciare chiaro il messaggio che i soggetti vulnerabili del “game” non sono più soli, è nata la rete “RiVolti ai Balcani”, composta da oltre 36 realtà e singoli impegnati a difesa dei diritti delle persone e dei principi fondamentali sui quali si basano la Costituzione italiana e le norme europee e internazionali.

La presentazione alla stampa è avvenuta lo scorso sabato 27 giugno a Milano. Con il direttore di Altreconomia Duccio Facchini, sono intervenuti Gianfranco Schiavone (vicepresidente dell’Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione, Asgi), Silvia Maraone (coordinatrice interventi IPSIA Acli in Bosnia Erzegovina), Anna Brambilla (avvocato del Foro di Milano, socia Asgi), Diego Saccora (Lungo la rotta balcanica), Agostino Zanotti (direttore di ADL a Zavidovici), Paolo Pignocchi (Amnesty International Italia) e Corrado Conti (Ass. Mir Sada e Circolo Spazio Condiviso di Calolziocorte).

Il report Lungo la Rotta Balcanica è disponibile qui

Rispondi