Collebeato, 2 giugno 2020

Un messaggio di auguri dalla nostra Associazione

L’anno che volge al tramonto lo fa trascinando via con sé un carico ingente di certezze. Segnato da una pandemia inimmaginabile ed ignota, ci ha lasciato inizialmente irretiti di fronte ad una sensazione di vulnerabilità mai provata prima.

Vogliamo quindi fermarci un istante a respirare, provando a cogliere il lato positivo. In questo 2020 la solidarietà non è mai mancata: è stata lì più pulsante che mai al nostro fianco. Si è manifestata tangibile in risposta agli appelli di iniziative come Prima Le Persone, a Collebeato dopo un grave episodio intimidatorio nel centro del paese durante il mese di maggio, nelle attività di volontarie e volontari durante la prima ondata della pandemia innescate tramite il nuovo Punto Comunità Don Bosco. E ora con Vite Sospese, una campagna quanto mai necessaria per consolidare una visibilità a livello nazionale sulle gravi violazioni in corso lungo la rotta balcanica che stiamo cercando di raggiungere grazie alla rete RiVolti ai Balcani.

E poi continuare a ragionare, ostinatamente. Farci trovare pronti di fronte allo sconvolgimento operato dalla pandemia sulle nostre vite e sui sistemi a disposizione per prenderci cura di altre persone. Ci scalda il cuore realizzare che abbiamo reagito e lottato, ricalibrando i servizi che la nostra Associazione ha continuato a fornire senza sospenderne nemmeno uno.
Nonostante tutto vogliamo ripeterci che nulla è perduto, e a confortarci che perfino questo disgraziato 2020 porta simbolicamente con sé qualcosa di luminoso c’è un evento carico di gioia e speranza: i nostri progetti di accoglienza si apprestano proprio in questo periodo ad accogliere tre nuclei famigliari dal Bangladesh, dalla Costa d’Avorio e dal Camerun, finalmente ricongiunti ai loro padri, rifugiati in Italia e ospiti dei nostri progetti.

Festeggiamo quindi questi ricongiungimenti con tutto il calore natalizio che contraddistingue queste ultime giornate di dicembre e ci apprestiamo a varcare la soglia di un nuovo anno carico di avventure e cambiamenti, tra cui la staffetta alla direzione della nostra Associazione che, dopo 23 anni, vede Maddalena Alberti dare il cambio ad Agostino Zanotti.

Nel 2021 avremo tempo per celebrare nel migliore dei modi il passato, il presente ed il futuro della nostra Associazione. Per ora vi ringraziamo di cuore per esserci sempre stati, augurandovi buone feste da passare serenamente con chi vi sta accanto. Chiudiamo facendo nostra una citazione di Angela Davis, più attuale che mai per riconquistare lo slancio necessario nella difesa dei diritti umani: “Devi comportarti come se fosse possibile cambiare radicalmente il mondo e devi farlo costantemente”.

Buon Natale!

Associazione ADL a Zavidovici Impresa Sociale ONLUS


Il nostro 2020 nell’ultima newsletter di ADL

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulle nostre attività


Rispondi