Dichiarazione di Unità

Condividiamo come Associazione l’appello della Rete Europa World Without Walls.

Ci uniamo in uno spirito di azione comune per un Mondo senza Muri e per la libertà, la giustizia e l’uguaglianza di tutti.

Crediamo nel diritto del popolo palestinese all’autodeterminazione e al ritorno alle proprie case. Chiediamo la fine dell’occupazione israeliana e della sua versione di un”apartheid del 21°secolo”. Chiediamo inoltre che tutti i responsabili della sua attuazione e coloro che aiutano, favoriscono e traggono profitto da essa siano chiamati a risponderne.

Crediamo nel diritto delle persone a migrare e nell’obbligo degli Stati di assicurare protezione, ingresso e rispetto dei diritti umani a tutte le persone che migrano. La guerra contro i migranti non solo si traduce in gravi violazioni dei diritti umani, ma serve come paravento per il crimine sistematico costituito dalle politiche anti-migrazione dell’UE.

Crediamo che la militarizzazione delle nostre società, delle nostre frontiere e del Mediterraneo per sostenere le politiche dell’UE che rafforzano le disuguaglianze e l’esclusione debba finire. Abbiamo bisogno più che mai di assistenza sanitaria, non di guerra, e di politiche che redistribuiscano le risorse alle persone, non all’industria delle armi e della sorveglianza.

Le nostre lotte sono interconnesse: le politiche europee anti-migrazione, che in molti casi assomigliano ai paradigmi israeliani e sono spesso messe in atto con tecnologia israeliana, prendono di mira i migranti, finanziano l’apartheid e l’occupazione militare israeliana contro i palestinesi e militarizzano le società europee.

Ci impegniamo quindi a lavorare insieme per mettere in rapporto tra loro queste lotte per la giustizia sociale, antirazziste e anticoloniali, e costruire campagne per mettere in discussione i legami UE- Israele che danneggiano i diritti dei palestinesi, dei migranti o che accentuino le politiche di militarizzazione.

Rispondi