La conferenza stampa di presentazione nel servizio di Teletutto

Presentato nella giornata di ieri a Palazzo Loggia il ciclo di incontri. “Strumenti per conoscere, contrastare e superare le discriminazioni” in partenza questo giovedì in streaming sui nostri canali social.
Grazie al Bresciaoggi per l’articolo pubblicato nell’edizione odierna che riportiamo di seguito.
Programma dettagliato del ciclo incontri e informazioni qui.

Presentato il ciclo di incontri organizzato da Comune, ADL a Zavidovici e dalla Rete Antidiscriminazioni

«Una cultura contro la discriminazione è fondamentale per la sostenibilità e il futuro di una comunità. È come un’impalcatura: si progetta, poi si gettano le basi e si iniziano a porre i primi elementi. Tanto più le basi saranno solide, quanto più l’opera si costruirà senza troppe difficoltà». Così Maddalena Alberti, direttrice dell’Associazione ADL a Zavidovici, ha presentato in Loggia il primo percorso di formazione «Strumenti per conoscere, contrastare e superare le discriminazioni», organizzato in collaborazione con la Rete Antidiscriminazioni di Brescia e l’assessorato alle Politiche Giovanili e alle Pari Opportunità del Comune di Brescia.

Le discriminazioni oggi sono tante e pericolose, spaziano dal genere e l’orientamento sessuale all’origine etnica, coinvolgono la fede religiosa, i diversi tipi disabilità fisica e psichica e persino l’età. «È necessario riconoscerle, contrastarle e superarle. Per farlo serve la creazione di una rete che coinvolga le diverse realtà del territorio e uno sportello per l’ascolto e l’assistenza delle vittime. Abbiamo sentito la necessità di cogliere queste esigenze e farsi promotore insieme alle associazioni» sottolinea l’assessore Roberta Morelli. Da qui la nascita della Rete Antidiscriminazioni di Brescia, che ad oggi conta 37 associazioni del territorio, e lo Sportello Antidiscriminazioni espressamente voluto dall’assessorato alle Pari Opportunità. Inaugurato il 3 agosto 2020, in un anno di attività oggi conta 22 segnalazioni di discriminazioni, perlopiù in ambito lavorativo e di accesso ai servizi per le persone straniere.

«Siamo soddisfatti per l’attività e gli obiettivi cui tendono lo Sportello e la Rete. Dall’apertura più persone si sono rivolte per chiedere aiuto. Fosse stata solo una, per noi sarebbe stato comunque importante», continua l’assessore Morelli. Tra gli obiettivi : promuovere e sensibilizzare la comunità, incrementare la conoscenza e combattere i pregiudizi e gli stereotipi. «Solo così si potrà sviluppare il rispetto e contenere il disagio. Proporre corsi formativi diventa fondamentale. Abbiamo pensato ad una formula online gratuita per poter raggiungere un più ampio bacino di utenti. Questo primo ciclo vuole gettare le basi, in seguito proporremo incontri di approfondimento tematico» spiega Paola Arcari, operatrice legale dello Sportello. Sei gli appuntamenti con cadenza settimanale: ogni giovedì a partire dal 28 ottobre fino al 2 dicembre alle ore 18. Si potrà assistere in diretta o in differita sui canali Facebook e YouTube dell’Associazione ADL a Zavidovici. Qualche giorno prima sul sito saranno caricati articoli di approfondimento e suggerimenti bibliografici.

Aprirà il ciclo «Discriminazioni: riconoscerle e superarle». Seguiranno le discriminazioni sul luogo di lavoro, quelle nei confronti delle persone Lgbt+ e gli stranieri. In occasione della giornata contro la violenza sulle donne fissata a livello internazionale il 25 novembre l’assessorato alle Pari Opportunità organizzerà eventi specifici, il cui programma verrà pubblicato nei prossimi giorni sul sito del Comune di Brescia. Il 2 dicembre, infine, si chiuderà l’incontro con le istituzioni nazionali Oscad e Unar. La partecipazione è libera e non è prevista alcuna iscrizione.

Rispondi