Una sede ufficiale per il Punto Comunità Don Bosco

L’inaugurazione del nuovo spazio adibito negli ex locali della farmacia in Via Corsica 249 avvenuta lo scorso 3 ottobre rappresenta un nuovo tassello nel processo di condivisione in rete di esperienze e progettualità in cui la nostra associazione è parte attiva. Questo nuovo polo associativo infatti verrà condiviso da ADL a Zavidovici (in quanto capofila del Punto Comunità Don Bosco), l’Associazione Perlar, Emergency Brescia e l’Associazione Palcogiovani.
I locali sono composti da una sala principale, una sala tv e un ufficio in cui saranno attivi gli sportelli del Punto Comunità e del counseling A tu per tu.

“Far fruttare il patrimonio del Comune – ha detto l’assessore alla Rigenerazione urbana Valter Muchetti – significa anche destinarlo a una vocazione sociale. Unire è complicato, ma è la soluzione migliore per i cittadini, a maggior ragione in un quartiere dove fino ad ora sono mancati luoghi destinati al Terzo settore”

Un’idea sostenuta anche dall’assessore alle Politiche sociali Marco Fenaroli: “L’amministrazione – ha ribadito – ha la missione politica di aprire gli spazi alla società, anche attraverso un lavoro di cooperazione e collaborazione”.

Cos’è il Punto Comunità Don Bosco

L’inaugurazione degli spazi in Via Corsica ha consentito al Punto Comunità Don Bosco di acquisire una localizzazione fisica e una sede specifica, ma la sua ragione d’essere è nata più di un anno fa quando nella primavera del 2019 i Servizi Sociali Territoriali del Comune di Brescia hanno promosso una serie di incontri con gruppi, associazioni ed enti del quartiere con le finalità di rendere evidenti i punti di forza di ogni attore nella comunità, valorizzare le risorse aggregative di aiuto informale e creare collaborazioni e sinergie per lo sviluppo di progetti condivisi. La priorità evidenziata da Francesca Megni (responsabile dei Punti Comunità per il Comune di Brescia) era quella di creare una rete solida all’interno dell’associazionismo presente nel quartiere e prepare una programmazione in vista del nuovo bando presentato a dicembre 2019.
In seguito al dialogo impostato con i rappresentanti del Consiglio di Quartiere Don Bosco, la nostra associazione si è resa disponibile a fare da soggetto capofila per il Punto Comunità Don Bosco coinvolgendo come partner la Cooperativa Melograno, l’Associazione Magnolia è fiorita, l’Asilo Notturno Pampuri, AIFEC Associazione Infermieri Famiglia e Comunutà e la Parrocchia San Giovanni Bosco.

Una rete di partecipazione strutturata che nel corso dell’annualità in corso ha permesso ad un gruppo di volontarie e volontari di ritrovarsi in un punto di riferimento basato su una rete di democrazia orizzontale progressivamente costruita con i Consigli di Quartiere. Solo grazie a questi prerequisiti è stato possibile organizzare un’attività di distribuzione e consegna di pacchi e medicine durante il lockdown iniziato a marzo.  La collaborazione tra le associazioni si è poi posta in evidenza nel momento in cui, a luglio, una nuova panchina rossa è stata collocata all’interno del Parco Martinoni in Via Corsica.

I prossimi passi

Il Punto Comunità Don Bosco nella sua natura compartecipativa continua a progettare – in stretto contatto con i Servizi Sociali Territoriali del Comune ed il Consiglio di Quartiere – le attività di rafforzamento della percezione di sicurezza sociale attraverso la valorizzazione dei legami sociali comunitari e di prossimità. Sono in corso in questo periodo le riunioni organizzative finalizzate alla piena operatività dello sportello in Via Corsica 249 per attività di accoglienza, ascolto, informazione e orientamento nello spettro dei servizi disponibili erogati dal Comune.

Rispondi