Questa mattina all’alba la polizia ha fatto irruzione nell’abitazione privata di Gian Andrea Franchi e Lorena Fornasir, nonché sede dell’associazione Linea d’Ombra ODV attiva a Trieste a sostegno di migranti e richiedenti asilo. Sono stati sequestrati i telefoni personali, oltre ai libri contabili dell’associazione e diversi altri materiali. In attesa di maggiori informazioni, la nostra associazione esprime piena solidarietà nei confronti di Gian Andrea e Lorena, già ospiti a Brescia nel giugno del 2019 per restituire le testimonianze di quell’ordinaria violenza in atto da tempo lungo la rotta balcanica e la condivisione della loro attività di prima assistenza in piazza – a Trieste – rivolta alle persone che passano il confine con la Croazia portando sul proprio corpo le ferite del viaggio ed i segni delle torture.

Rimaniamo uniti e vicini nei confronti di chi continua ostinatamente a chiedere giustizia e rispetto dei valori di libertà, dignità ed eguaglianza impressi nella nostra Costituzione.

Qui la nota pubblicata sul sito dell’Associazione Linea d’Ombra.

Rispondi