Libri in Movimento 2021

La nostra soddisfazione per aver contribuito al successo di una rassegna che dopo un periodo parso interminabile ci ha permesso di tornare ad organizzare un evento reale, in mezzo alla gente, senza webcam.

Assaporare la cultura, riascoltare gli applausi.

Grazie, Libri in Movimento.

I nomi della sesta rassegna in scena lo scorso weekend alla Cascina Parco Gallo di Brescia:

Marco Aime, Francesco Remotti, Roberto Cammarata, Simone Tempia, Alessia Bronico, Heiko H.Caimi, Giorgio Olivari, Stefano Tevini, Giorgia Boragini, Nivango Siovara, Fiorenzo Doni, Stefano Staro, Miriam Bonetti, Seimei Okimura, Matteo Marchesini, Sonia Trovato, Francesco Costa, Thomas Bendinelli, Massimo Tedeschi, Claudio Cuccia, Renzo Rozzini, Damiano Delledonne, Michele Masneri, Filippo Bonaventura, Lorenzo Colombo, Matteo Miluzio, Claudio Bontempi, Vera Gheno, Alessia Bronico, Martina Parenti.

ADL a Zavidovici e Libri in Movimento

La rassegna letteraria itinerante Libri in movimento è una manifestazione ideata nel 2015 e promossa, in una strategia di rete coordinata, da associazioni culturali operanti sul territorio bresciano e da una rivista letteraria online: i circoli ARCI Caffè Letterario Primo Piano, Colori e Sapori e Puerto Escondido – L’Altro, l’Associazione culturale di Promozione Sociale Magnolia Italia, con la propria Rivista di Letterature Inkroci.

La nostra Associazione entra a far parte del gruppo di coordinamento della rassegna a partire dalla terza edizione del 2018.

Si svolge sul territorio bresciano, da gennaio a maggio, e si articola in incontri settimanali con autori e in una festa finale nel mese di maggio.
Attraverso lo sguardo, il luogo e la voce delle narrazioni, la rassegna intende offrire al pubblico una riflessione intorno ad alcuni nuclei tematici che variano mensilmente e che riguardano l’uomo e il suo essere nel mondo, con i propri sentimenti, con le proprie passioni, azioni, impegni e diritti, civili e sociali.

La specificità di questa manifestazione risiede nella particolarità del suo format nonché nella sfida e nello sforzo di proporre, anche nell’atto, il significato dell’unità e quella della comunità partecipante: molte sono le occasioni di promozione della cultura del nel libro, attraverso presentazioni e incontri con l’autore, ma sono disseminate, come isole, sul territorio e, spesso, si presentano – anche quando sono organizzate in rassegne – come singolo evento centrato sulla produzione autoriale; la comunità chiamata diventa un “io” e non un “noi”.

Rispondi